Reddito di inclusione 2018

ll ReI, Reddito di inclusione, è il primo assegno universale contro la povertà ad essere introdotto in Italia a partire dal 1° gennaio 2018, sebbene le domande per ottenere il nuovo contributo economico, insieme alla documentazione necessaria, possano essere presentati già a partire dal 1° dicembre 2017.

Per accedere al beneficio economico che può arrivare fino a 485 euro, a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare richiedente, occorre essere in possesso di determinati requisiti di reddito ISE e ISR e  soggettivi. Inizialmente verrà data priorità ai nuclei familiari che abbiano al loro interno figli minori o inabili, donne in gravidanza, disoccupati di età maggiore ai 55 anni, ma non è escluso che grazie alle risorse destinate dalla legge di bilancio 2018, alla nuova misura, vi sia un ampliamento della platea beneficiaria già a partire dal 1° gennaio 2018.

Per averne la certezza occorre attendere però l’approvazione definitiva delle novità reddito di inclusione della legge di Stabilità 2018.

Un’altra novità 2018, sarà anche l’introduzione del cd. Isee precompilato 2018 ai fini dell’ottenimento del ReI. Il nuovo Isee precompilato, partirà già dal 1° gennaio per poi diventare dal 1° settembre 2018, l’unica modalità di rilascio della certificazione.

Vi ricordiamo inoltre che affinché sia riconosciuto, e soprattutto mantenuto il ReI, oltre a possedere i requisiti, il beneficiario, è tenuto a sottoscrivere e a seguire minuziosamente quanto stipulato con il cd. progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, un piano messa a punto dal Comune e nello specifico dal centro per l’impiego, sevizi sanitari, scuole e soggetti privati attivi nel settore del contrasto alla povertà, gli enti no profit, finalizzato al superamento della situazione di povertà ed esclusione sociale dell’intera famiglia.

E’ quindi importante sapere che se si ottiene il reddito di inclusione, il contributo economico lo si mantiene per tutta la durata prevista dalla legge, solo se si seguono determinate regole e si mantengono i requisiti, altrimenti, pena la sospensione del Bonus.