Indeducibile l’assegno corrisposto all’ex coniuge destinato al mutuo

Secondo quanto chiarito dalla circolare n.50/E del 2012, la rinuncia espressa, nella sentenza di separazione, da parte dell’ex coniuge all’assegno di mantenimento, per far si che tale quota sia destinata sia invece al pagamento della rata del mutuo, determina l’impossibilità da parte di chi lo corrisponde di poterlo portare in deduzione dalla propria dichiarazione dei redditi.

In particolare, secondo l’Agenzia, il diniego è dovuto al fatto che le somme destinate alle rate di mutuo, non vengono corrisposte al coniuge stesso, bensì direttamente all’istituto mutuante, e pertanto non sembrano collegare ai medesimi, i presupposti dell’assegno di mantenimento.