Le dichiarazioni integrative a favore degli anni precedenti

Con l’art. 5 del Dl n. 193/2016, sono stati allineati finalmente i termini per la presentazione della dichiarazione dei redditi integrativa a favore e di quella a sfavore, unificando il tutto al 31 dicembre del 5° anno successivo a quello di presentazione del modello dichiarativo che si va a correggere. Tuttavia sulla decorrenza dei termini è necessario fare una precisazione, alla luce anche dei chiarimenti a più forniti dall’Agenzia delle Entrate a più riprese nei suoi comunicati stampa.
In buona sostanza, tenendo conto che le modifiche sono state apportate a decorre dal periodo d’imposta in corso al 31/12/2016, ne consegue che:
• la dichiarazione integrativa (a favore o sfavore) riferita al periodo d’imposta 2015 e precedenti (Modello Unico/2016 e precedenti) può essere presentata entro il 31/12 del 4° anno successivo quello di presentazione del modello da correggere (ossia entro i vecchi termini per l’accertamento);
• la dichiarazione integrativa (a favore o sfavore) riferita al periodo d’imposta 2016 e successivi (Modello Redditi/2017 e successivi) potrà essere presentata entro il 31/12 del 5° anno successivo quello di presentazione del modello da correggere (ossia entro i nuovi termini per l’accertamento).
Pertanto i nuovi termini di scadenza sono: